à lire, à voir

Quelques conseils de lecture et quelques bons films…pour bien commencer l’année !

Les étudiants de L2

FILM :

BASILICATA-COAST-TO-COAST-1Basilicata coast to coast (2010)

regia di Rocco Papaleo

Ho visto questo film una settimana fa e mi è piaciuto per parecchie ragioni. Innanzitutto, la fotografia del film è di qualità ottima: ci fa vedere bei paesaggi della Basilicata. E c’è anche quest’aspetto che è interessante: tramite questo film, scopriamo una regione poco conosciuta, anche dagli italiani stessi, e ci dà voglia di andare a visitarla.
Nonostante la bellezza del posto, la gente è rappresentata come la gente tipica del Sud Italia, cioè molto accogliente. Quest’aspetto viene incarnato nel personaggio di un vecchio paesano che invita tutto il gruppo di musicisti e la giornalista a cenare e dormire da lui. Poi questo film è anche reso bello grazie al cast. Si ritrova l’attrice Giovanna Mezzogiorno, che era stupenda in Vincere (2009) di Marco Bellocchio, e che è ancora bravissima in Basilicata coast to coast. E per finire, la colonna sonora è molto bella, con le canzoni di Max Gazzè (soprattutto Mentre dormi), che recita anche lui una parte nel film. Quindi raccomanderei questo film per quelli che hanno voglia di passare un momento bello, tra risate e emozioni, con una storia d’amore romantica ma in modo originale.

Morgane Bourreau

La meglio gioventù (2003)

Regia di Marco Tullio Giordana

Questo film si svolge nell’Italia degli anni Sessanta. È la storia di due fratelli dai caratteri completamente differenti: li vediamo all’università, poi nella loro vita in famiglia e in società. Ricordiamo: la fine degli anni ’60 in Italia era l’epoca della rivoluzione sociale: rivolta sociale, rivolta studentesca, anche rivolta in seno alla famiglia. I giovani vogliono più libertà e gli operai migliori stipendi e condizioni di lavoro. Sono rappresentati i diversi problemi dell’Italia: la difficoltà per trovare un lavoro, la mafia, lo Stato, la famiglia. Vediamo tutte queste problematiche attraverso il percorso dei due giovani. Possiamo così fare un bel viaggio nella storia italiana.

Claude De Gelas

original_476775Baaria (2009)

Regia di Giuseppe Tornatore

Un film imperdibile è sicuramente Baaria del regista palermitano Giuseppe Tornatore. Il film racconta appunto la storia di « Baaria »(Bagheria in italiano, paesino in provincia di Palermo), che ci viene raccontata dal ventennio fascista fino agli anni ‘80-‘90 attraverso la cornice di una storia d’amore che ha per protagonisti Francesco Scianna e Margaret Madè. Impressionanti sono le ricostruzioni della « vecchia » Bagheria che Tornatore ha realizzato in Tunisia, come innovativa è la scelta del cast: Tornatore inserisce all’interno del suo film alcuni famosi attori italiani come Raoul Bova, Monica Bellucci e Beppe Fiorello, ma la scelta dei suoi protagonisti ricade volutamente su due sconosciuti, due ragazzi del luogo che possono rappresentare bene la realtà del popolo siciliano. Il film è uscito nelle sale in due versioni, una in siciliano, l’altra in italiano. « Baaria », dunque, è un film da non perdere sia per la trama e i paesaggi mostrati, che per il percorso storico che il regista ci consente di fare attraverso le vicende del piccolo paese siciliano. Comico e drammatico si uniscono per dare vita ad un nuovo capolavoro di Giuseppe Tornatore (dopo Nuovo Cinema Paradiso) e del cinema italiano, con un finale che lascia tutti a bocca aperta, ma che in pochi riescono a capire immediatamente… da pelle d’oca!

Grazia Fontana

LIBRI:

L’orda. Quando gli albanesi eravamo noi di Gian Antonio Stella, BUR 2003

Il libro che vi propongo di leggere è L’orda, quando gli albanesi eravamo noi di Gian Antonio Stella.

Questo libro parla dell’immigrazione degli italiani in tutto il mondo ma soprattutto in Francia, in Argentina e negli Stati Uniti.

È una lettura interessante perché ci fa capire come è nato il mito dell’italiano mafioso e scansafatiche, a volte un po’ troppo caricaturale, come dice l’autore stesso. Tuttavia si trovano anche i lati positivi degli italiani emigrati. Questo libro ci insegna a non trattare male gli emigrati come sono stati trattati gli italiani emigrati nel passato. Quindi se volete approfondire un po’ di più la storia degli italiani, ve lo consiglio!

 Elsa Calderon

Il-suggeritoreIl Suggeritore di Donato CarrisiTEA 2011

Questo libro è un romanzo nero, ma nella tradizione anglosassone, perché l’autore si allontana del romanzo giallo o nero italiano che abbiamo l’abitudine di leggere. Racconta la storia di cinque bambine che sono sparite, intanto vengono ritrovate cinque fosse in un bosco e in fondo a ciascuna fossa viene trovato un piccolo braccio, quello sinistro. Vediamo l’avanzare dell’inchiesta attraverso gli occhi del criminologo Goran Gavila e della sua squadra di agenti speciali. Siamo immersi subito nell’universo macabro, abbiamo paura per i personaggi e ci mettiamo a indagare con i poliziotti. Di solito, non sono veramente “fan” dei romanzi neri ma questo libro mi ha fatto cambiare le idee perché al momento in cui ho cominciato a leggere, non potevo più smettere, dovevo sempre continuare e scoprire la verità, il criminale. È un libro da leggere rapidamente!

Léa Ghione

Publicités

Laisser un commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion / Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion / Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion / Changer )

Photo Google+

Vous commentez à l'aide de votre compte Google+. Déconnexion / Changer )

Connexion à %s